Lifestyle

Parole d’ordine, canyon e bisonti

Ciao a tutti, siamo Mr&Mrs Pochette, pronti a farvi scoprire il viaggio di quest’estate! Siete pronti? Partiamo!

Dobbiamo essere onesti, siamo fanatici degli USA e quest’estate abbiamo deciso di fare un viaggio “into the wild” andando a scoprire gli Stati dell’ Arizona, Utah, Wyoming.

Partiti da Milano via Londra, siamo arrivati a Las Vegas.

A Las Vegas ci siamo fermati solo una notte per riprenderci dal viaggio; abbiamo alloggiato come sempre al Bellagio poiché ha il mood “Vegas Baby!” mantenendo eleganza, lusso e comfort.

A cena da Picasso, un ristorante nell’albergo dove, durante la cena, si può ammirare lo spettacolo delle fontane. Picasso è considerato dalla guida Forbes Travel un ristorante 5 stelle con cucina francese e spagnola, la particolarità di questo ristorante è la presenza di quadri e ceramiche autentiche di Pablo Picasso! Eravamo sorpresi!

Dopo la cena, il fuso ha iniziato a farsi sentire, siamo crollati e la mattina dopo di buon’ora siamo partiti …. direzione Page (AZ) dove ci siamo fermati per 3 notti.

Page è una città situata sul Lake Powell che è considerato il lago artificiale americano più grande, creato dalla diga di Glen Canyon sul fiume Colorado.

Appena arrivati abbiamo visitato la diga e Horseshoe bend, una delle vedute più famose del Colorado.

Il giorno seguente siamo andati ad Antelope Point Marina dove abbiamo fatto un giro in barca per andare alla scoperta del lago e dei suoi canyon.

Nel pomeriggio, nonostante una delle poche piogge estive della zona, abbiamo visitato Antelope Canyon, accessibile solo con visite guidate e a numero chiuso,  ricordatevi che bisogna prenotare con mesi di anticipo. Il nome deriva dalle antilopi che lo abitavano ed è un canyon molto stretto dove passando uno alla volta è possibile ammirare i giochi di luce creati dal sole che illumina le pareti del canyon.

Sia Antelope Canyon e Antelope Point Marina fanno parte della riserva Navajo.

A Page è stato molto difficile trovare dei ristoranti “normali” dove mangiare, quindi a pranzo ci siamo accontentati di un sanissimo fast food e a cena siamo andati in due ristoranti locali: “Into the Grant” e “Big John’s Texas BBQ”.

Prossima meta… Moab!

Sulla strada per Moab ci siamo fermati alla Monument Valley, dove abbiamo percorso il giro permesso in macchina fermandoci negli appositi “view point” per foto e relax. Wow!! Il paesaggio è sempre meraviglioso! Da vedere!

Arrivati a Moab abbiamo seguito per un tratto il fiume Colorado lungo una stretta valle fino ad   arrivare al Sorrel River Ranch.La camera era magnifica ed eravamo in mezzo alla natura, c’era il Fiume, le montagne rosse intorno, cavalli a volontà, altri piccoli animali e per i più pigri una piscina! Il nostro posto dei desideri!

Ci siamo fermati per 3 notti, abbiamo visitato gli Arches National Park e Canyon Lands.

 

Purtroppo 3 notti sono passate molto in fretta e il giorno della partenza è arrivato! Beh, non male, visto che eravamo iper eccitati di guidare verso Yellowstone National Park! Il viaggio è durato 8 ore ma ne è valsa la pena!

Nel parco abbiamo alloggiato presso un Lodge: Old Faithful Snow Lodge, uno dei due alberghi aperti anche durante l’inverno, quando lo si può raggiungere solo con la moto slitto o il gatto delle nevi.

Per cercare gli animali siamo sempre usciti la mattina molto presto e  siamo riusciti a vedere 2 orsi neri, bisonti, cervi americani, antilopi americane, un coyote e cani della prateria. Osservare gli animali allo stato brado è l’esperienza più bella che si possa provare nella vita, ci sentiamo fortunati ad aver avuto questa opportunità.

A Yellowstone ci sono tanti sentieri e posti da vedere: geyser, sorgenti termali, cascate, valli. Torneremo prestissimo a scoprire ancora di più!

Abbiamo guidato da Yellowstone al Grand Teton National Park. Anche qui abbiamo visto un orso, guidato lungo lo Snake river, visto il Jenny Lake e percorso uno splendido sentiero al John D. Rockefeller JR memorial parkway (abbiamo camminato per 4 ore… esausti!!).

Abbiamo alloggiato al Fuor Seasons a Tetons Village che è un piccolo villaggio tra le montagne, pulitissimo, senza rumori, un piccolo angolo felice. Durante il soggiorno abbiamo avuto modo di visitare Jackson Hole, dove sembra di essere nel FarWest!

Dopo 2 notti siamo dovuti partire… ma non è finita qui… Florida arriviamo!

Dopo 10 giorni immersi nella natura, con sveglia alle 6 vedere vedere e vedere… il mare non può mancare!

A Miami abbiamo affittato una macchina per andare a San Marco Island dove ci siamo fermati per 3 notti al Marriott. San Marco Island è una tipico posto dove gli americani vanno in vacanza e a trascorrere i weekend. Qui ci siamo dedicati alla spiaggia, cercando tartarughe e conchiglie.

Durante il soggiorno a San Marco Island abbiamo visitato Naples  e siamo andati a Bowmans Beach a Sanibel Island dove, purtroppo per colpa delle “red tides”, non abbiamo potuto trovare conchiglie ma abbiamo visto una famiglia di lamantini nuotare qua e la.

Da qui ci siamo diretti verso Miami South Beach, prima però pit stop per un tour con gli “airboat” negli Everglades dove abbiamo visto coccodrilli e alligatori! Sapevate che gli Everglades è l’unico posto al mondo dove coccodrilli e alligatori convivono nello stesso ecosistema? Noi no!!!

Ultimo stop… South Beach!

Abbiamo soggiornato al W Hotel a SOBe per 4 notti, godendoci spiaggia, piscina e un sacco di shopping!

Ristoranti? Siamo andati da Mr Chow, Prime 112 Steakhouse, Zuma e Hakkasan.

Ciao Ciao USA ti amiamo e ci rivediamo prestissimo!!

Mr&Mrs Pochette

You Might Also Like...

% di Commenti

    Lascia un commento